Strada Regina 42, 6874 Castel San Pietro
+41 91 683 03 13
info@gorla.ch

Come riparare un paraurti posteriore e quanto costa?

Come riparare un paraurti posteriore e quanto costa?

paraurto lisciato e pronto per la verniciatura

Vi siete fatti fare un preventivo per la riparazione di un paraurti e pensate sia troppo caro. Qui di seguito andremo a spiegare come avviene una riparazione ad hoc, seguendo ogni passaggio della lavorazione e indicando i tempi di esecuzione. Questo articolo si riferisce a una riparazione di qualità, per ottenere un risultato equivalente al pezzo originariamente montato sul veicolo. Sicuramente ci sono altri metodi che possono essere utilizzati, e che richiedono tempi e costi minori, ma che non verranno trattati per il rispetto della regola dell’arte.

Il paraurto posteriore presenta una ammaccatura verticale evidente sulla parte sinistra, a lato del catarifrangente. Ecco cosa facciamo quando ci troviamo confrontati con un caso simile:

Amministrazione  (30′)

Danno su paraurto posteriore

 

Danno su paraurto posteriore angolo sinistro Danno su paraurto posteriore angolo sinistro

Per ogni lavorazione, bisogna considerare dei tempi amministrativi, che sono fondamentali per una corretta gestione della riparazione:

  • analisi del danno
  • fotografie di rito
  • stesura di un preventivo
  • apertura del dossier di lavoro
  • ..

Eventuale pulizia del veicolo (15′)

Una pulizia sommaria del veicolo (all’esterno) è necessaria in alcuni casi. Questo per garantire una buona lavorazione all’operatore e per poter osservare eventuali danni preesistenti.

Smontaggio (30′)

Smontaggio paraurto posteriore

 

Smontaggio paraurto posteriore

 

 

Smontaggio sensori di parcheggio su paraurto posteriore

 

La fase di smontaggio del veicolo va effettuata in modo da non danneggiare eventuali parti adiacenti, e in modo da evitare costi supplementari non preventivati a causa di rotture o altro ancora. In questa fase sono previsti:

  • Smontaggio del paraurti
  • Smontaggio degli accessori del paraurti (sensori, catarifrangenti, targa,..)
  • Movimentazione del veicolo

Modellatura e riparazione (60′)

riparazione e rimodellamento paraurto riparazione zona tagliata ammaccata riparazione e rimodellamento paraurto

La fase di riparazione del paraurti (con l’aiuto di un phon termico e una buona manualità), é necessaria per evitare di caricare il supporto in lavorazione di materiali riempitivi (per esempio stucchi). Questa fase prevede:

  • Modellatura delle parti danneggiate
  • Riparazione dei tagli presenti sulla plastica
  • Rinforzo con rete metallica e colla bicomponente (o materiali con funzione equivalente) sulla parte interna

Stuccatura e livellamento (45′)

Lisciatura zona dell'ammaccatura lieve stuccatura sulla zona danneggiata e lisciata Lisciatura zona dell'ammaccatura

In seguito alla riparazione, é necessario andare a livellare il supporto. Questa fase prevede:

  • Carteggiatura della parte danneggiata
  • Applicazione (se necessario) di un sottile strato di stucco elasticizzato
  • Essiccazione dello stucco
  • Carteggiatura della parte lavorata e livellamento (più passaggi con grane a decrescere in grandezza – 120/240/400)

Applicazione fondo isolante (30′)

lisciatura dello stucco su zona ammaccata applicazione fondo isolante su zona lavorata
fondo 2k su paraurto posteriore

fondo 2k su paraurto posteriore

Questa fase di preparazione alla verniciatura prevede l’applicazione di un fondo isolante, che permette uniformare la parte lavorata e di correggere piccole imperfezioni. Questa fase prevede:

  • Preparazione miscela fondo isolante due componenti (con elasticizzante)
  • Pulizia del supporto e applicazione fondo isolante (2-3 mani)
  • Pulizia della pistola di verniciatura

Essiccazione e carteggiatura fondo isolante  (30′)

essicazione fondo isolante con infrarossi carteggiatura completa del paraurto posteriore carteggiatura del fondo isolante

L’ultima fase di preparazione alla verniciatura prevede:

  • Essiccatura delle mani di fondo isolante
  • Carteggiatura del fondo isolante (più passaggi con grane a decrescere in grandezza – 320/500)
  • Carteggiatura della restante parte in lavorazione (paraurti completo)

Ricerca colore  (30′)

scelta del codice colore creazione di un mostrino di confronto

Contrariamente a quello che si può pensare, la ricerca del colore é più complicata di quanto sembra. Ogni veicolo possiede un codice colore, che ne definisce la colorazione di base. Per ogni codice colore possono però esserci più varianti (da 2 fino anche a una decina) che variano per: grandezza del metallo, tinta più o meno rossa, tinta più o meno gialla, e altre variazioni,.. Per riuscire a ottenere la giusta colorazione bisogna confrontare con precisione le varianti, definirne la migliore e se caso fare delle prove di verniciatura. Nel caso in cui la giusta variante non fosse disponibile è necessario eseguire una misura con uno spettrofotometro.

  • Ricerca codice colore su veicolo
  • Verifica delle varianti
  • Verniciatura di un campione

Preparazione alla verniciatura  (45′)

paraurto lisciato e pronto per la verniciatura paraurto lisciato e pronto per la verniciatura

Prima di verniciare il pezzo lavorato è necessario:

  • Sgrassare e pulire più volte il supporto con prodotti specifici
  • Fissare il paraurti in modo da riuscire a verniciare tutte le parti in modo uniforme
  • Preparare la miscela di colore (base opaca) e la seconda miscela trasparente

Verniciatura  (75′)

applicazione base opaca accompagnamento del tappo della del gancio di traino

La verniciatura avviene in due principali fasi:

  • Applicazione base opaca (2 mani)
  • Smacchiatura del metallo, eventuale sfumatura
  • Essicazione della base opaca
  • Applicazione trasparente (1 mano e mezzo)
  • Essicazione del trasparente
  • Pulizia delle pistole di verniciatura

Montaggio  (30′) e finitura (60′)

Durante la fase di montaggio é necessario procedere con cautela, per non danneggiare il paraurti fresco di verniciatura. Dopodiché oltre al montaggio bisogna considerare:

  • Esecuzione di un controllo degli errori tramite tester elettronico
  • Eventuale lucidatura o rimozione di difetti di verniciatura
  • Check-list di rito
  • Pulizia interna e esterna
  • Controllo visivo del veicolo finito

Sommando tutti i tempi di lavorazione, per eseguire una riparazione secondo la regola dell’arte sono quindi necessarie oltre 7 ore di lavoro e quasi 250 CHF di materiale.

A ognuno trarre le proprie considerazioni..

 7 ore di lavoro  + 250 CHF materiale  + IVA = ?

10 risposte

  1. Cendali ha detto:

    … non è più economico sostituire il paraurti? Diversamente quanto si risparmia?

    • Gorla ha detto:

      Dipende dal costo del paraurto e dalla manodopera per la riparazione. Bisogna considerare che un paraurto nuovo va comunque verniciato e non sempre l’operazione di sostituzione risulta più economica.

  2. Marco ha detto:

    Una giornata di lavoro per riparare un paraurti? Ma fatemi il piecereeheheheeheheheh XD

    • Gorla ha detto:

      Per fare un bel lavoro e fornire la necessaria garanzia é necessario impiegare il tempo indicato nell’articolo. Poi c’é sicuramente chi può farlo in meno tempo, ma dubito che la qualità sia equivalente. Qualunque professionista potrà confermarlo, purché sia un professionista appunto.

    • Domenico mangiacapra ha detto:

      Vorrei sapere se mi conviene cambiarlo ho ripararlo mando fotoi

    • pierpaolo marchetto ha detto:

      Prova prima di parlare

  3. Aldo ha detto:

    Buongiorno! Ho recentemente tamponato il paraurti posteriore di un auto, e avendo deciso di non mettere in mezzo le assicurazioni sto aspettando da quasi due settimane che il “tamponato” mi dica quanto il carrozziere gli ha chiesto per la sostituzione del paraurti stesso. Io sono uno studente, e ho in banca soltanto 700 euro. Sapreste dirmi se possono bastare, e quante sono le possibilità che costi di più? Si tratta di una macchina nella media, purtoppo non do né la marca né il modello 🙁
    Grazie mille!

    • Gorla ha detto:

      Buongiorno Aldo,
      Difficile stimare il costo per la sostituzione di un paraurto, perché dipende appunto dal tipo del veicolo. Nel caso di una riparazione invece il discorso cambia.
      In ogni caso é meglio far intervenire la propria assicurazione per evitare spiacevoli sorprese. In questo modo un perito potrà valutare il danno e eseguire una perizia e determinare il costo della riparazione.
      Saluti

  4. Giovanni ha detto:

    Proprio oggi hanno tamponato il paraurti posteriore della mia Ypsilon NUOVA, 2 mesi di vita! Ci sono alcune piccole crepe e vi sono rimaste delle ammaccature. Quanto può costare ripararlo?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *